Vai ai contenuti. Spostati sulla navigazione
Comune di Pontedera
FACEBOOK UFFICIALE - Sindaco di Pontedera - Simone Millozzi Google Plus UFFICIALE - Comune di Pontedera YouTube UFFICIALE - Comune di Pontedera Slide Share UFFICIALE - Comune di Pontedera
Tu sei qui: Portale Economia ICI Ici 2006
ALIQUOTE IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI
ANNO 2006

  • Aliquota ordinaria 7 per mille
  • Abitazione principale 4,5 per mille
  • Abitazione a disposizione non locati i primi 2 anni 7 per mille
  • Abitazione a disposizione non locati oltre 2 anni 9 per mille
  • Immobili locati Legge 431/98, 2 per mille
  • Immobili posseduti da imprese artigiane,commercianti con n. inferiore a 15 dipendenti 6,2 per mille

Detrazione:

  • Abitazione principale Euro 103,29
  • Abitazione principale con persona handicap fisico (LEGGE 104/92) e reddito familiare fino a Euro 18.592,45 (REDDITO ISEE) Euro 206,58
  • Abitazione principale per nuclei familiari costituiti dal 1/ 1 /99 con età inferiore ad anni 35 Euro 206,58. Di tale agevolazione se ne può usufruire per un periodo massimo di 4 anni e fino a che uno dei componenti del nucleo familiare non superi l'età di 35 anni.
  • Abitazione principale di soggetti passivi con reddito familiare fino a Euro 9.000,00 (REDDITO ISEE) Euro 150,00

Dall'anno 1997 la rendita catastale deve essere rivalutata del 5% ed il reddito dominicale per i terreni agricoli rivalutato del 25%

Dall'anno 2005 le pertinenza all'abitazione principale aliquota 4,5 per mille

Dall'anno 1999 PER GLI IMMOBILI E LE PERTINENZE (FINO AD UN MASSIMO DI DUE) concessi in uso gratuito a genitori, figli, fratelli, sorelle, nonni e nipoti adibiti ad abitazione principale SI APPLICA l'aliquota del 4,5 per mille senza detrazione.

N.B. A partire dall’anno 2006 per usufruire dell’aliquota agevolata relativa ad immobili concessi in uso gratuito è OBBLIGATORIO produrre comunicazione ai fini ICI allegando l’atto di comodato gratuito sottoscritto dalle parti interessate. Quest’ultima disposizione deve essere osservata anche da coloro che a partire dall’anno 1999 hanno già usufruito di tale agevolazione e hanno provveduto a loro tempo a fare la comunicazione. Si ricorda che ai sensi dell’art. 4 del Regolamento Comunale che disciplina l’imposta Comunale sugli immobili l’inosservanza di tale disposizione determinerà la decadenza dal poter usufruire di tale beneficio.

Per poter beneficiare di tale agevolazione (aliquota ridotta) tutti sono tenuti a presentare, pena decadenza, gli atti di comodato gratuito sottoscritti dalle parti entro il 30 novembre 2006.

Il pagamento della rata di acconto (dal 1 al 30 giugno) deve essere pari al 50% dell'imposta calcolata in base alle aliquote e detrazioni dei dodici mesi dell'anno precedente.

Il pagamento della rata a saldo (dal 1° al 20 dicembre) deve essere fatto con l’eventuale conguaglio.

Il versamento deve essere effettuato sul c/c postale n. 179564 intestato a G.E.T. S.p.A. Pisa

Presentazione della dichiarazione ICI entro 90 gg. dall'evento (acquisto, vendita ecc.)

Per quanto non previsto nel presente documento occorre procedere in base alla normativa vigente e al Regolamento comunale.


Calcolo ICI


Lo schema di calcolo riportato indica l'imposta da pagare nei casi piu' ricorrenti (fabbricati ed aree fabbricabili).
Il presente documento non certifica la rendita dell'immobile e nemmeno l'ammontare dell'imposta, in quanto i dati presi a base di calcolo sono stati forniti dal contribuente, quindi è da ritenersi a solo scopo informativo e senza nessun carattere vincolante.


Selezionare il tipo di immobile    



L'aliquota per questo tipo di immobile e'    

Selezionare l'eventuale detrazione

La detrazione e' pari a    

suddivisa tra         proprietari residenti

Selezionare l'eventuale riduzione  
 

La percentuale di riduzione e' del     %

Rendita catastale non rivalutata per i fabbricati
oppure valore di mercato per le aree fabbricabili
oppure reddito dominicale non rivalutato per i terreni agricoli
(valori espressi in euro)
% di possesso

Possesso annuale: da         a         compresi


    importo