Comune di Pontedera
FACEBOOK UFFICIALE - Sindaco di Pontedera - Simone Millozzi Google Plus UFFICIALE - Comune di Pontedera YouTube UFFICIALE - Comune di Pontedera Slide Share UFFICIALE - Comune di Pontedera
Tu sei qui: Portale Economia IMU Aliquote da applicare
Azioni sul documento
  • Send this page to somebody
  • Print this page
  • Add Bookmarklet

Aliquote da applicare

creato da redazione ultima modifica 29/05/2014 10:45

Si ricorda che le aliquote da applicare per il calcolo IMU devono essere approvate dal Consiglio Comunale e perché abbiano efficacia sul versamento ordinario devono essere pubblicate nel sito ministeriale . Pertanto nel caso in cui non siano state pubblicate sono valide le aliquote IMU approvate nell'anno precedente.

Per il versamento in acconto valgono pertanto le aliquote approvate nel 2013 qui sotto riportate.

Per la 2° rata a saldo da effettuarsi entro 16 Dicembre 2014 si dovrà verificare se ci sono state variazioni a carico delle aliquote ed eventualmente effettuare il conguaglio sulla prima rata versata, applicando le aliquote approvate per il 2014 e che devono risultare pubblicate nel sito indicato (www.finanze.it)

 

TIPOLOGIA

aliquote

Quota

Comune

Quota

Stato

ALIQUOTA DI BASE ORDINARIA

(art. 13, comma 6, del D.L. 201/2011)

L'aliquota ordinaria viene applicata per calcolare l'imposta su tutti gli immobili (fabbricati, terreni agricoli ed aree edificabili) che non rientrano nelle casistiche di aliquote ridotte

1,06%

=

Abitazione principale solo per immobili categoria catastale A1, A8,A9

0,4%

0,4%

Pertinenze delle suddette abitazioni principali appartenenti alle categorie catastali C/6, C/2,C/7 nella misura massima di una unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate

0,4%

0,4%

=

Altre pertinenze all’abitazione principale oltre numero legale

1,06%

1,06%

=

Abitazione principale e pertinenza dell’’ex coniuge assegnatario della casa coniugale (qualora si tratti di immobili di categoria catastale A1, A8, A9)

0,4%

0,4%

=

Abitazioni (immobili di categoria catastale A con esclusione di A/10) e pertinenza, solo se indicata nel contratto di locazione e come definita dall'art.13 c. 2 del D.L. 201/2011, concesse in locazione con contratto di locazione a canone concordato, ai sensi dell'art.2 c. 3 L. 431/98 ai nuclei familiari ivi residenti

0,4%

0,4%

Altri fabbricati

1,06%

1,06%

=

Abitazione e sua pertinenza, limitatamente ad una sola abitazione ed una sola pertinenza come definita dall’art.13, comma 2, del D.L. 201/2011,concessa in uso gratuito a parenti in linea retta fino al primo grado (genitori –figli) con atto sottoscritto dalle parti nella quale il comodatario ha stabilito la propria residenza. L’aliquota agevolata si applica a condizione che sia il comodatario che il comodante non siano proprietari, anche in quota parte, di altre abitazioni in tutto il territorio nazionale (con esclusione, solo per il comodante, della propria abitazione principale e relative pertinenze).

0,86%

0,86%

=

abitazioni (immobili di cat. A con esclusione di A/10) locate con regolare contratto a nuclei familiari ivi residenti

0,86%

0,86%

=

Immobili non produttivi di reddito fondiario indicati ai comma 1) e 2 dell'art. 43 del testo unico di cui al D.P.R. n. 917 del 1986 limitatamente ai fabbricati posseduti da imprese commerciali con numero di dipendenti inferiore a 15 e ai fabbricati che costituiscono beni strumentali per l'esercizio di arti e professioni utilizzati esclusivamente per l'esercizio dell'arte o professione o dell'impresa commerciale da parte del possessore dell’immobile sempre con un numero di dipendenti inferiore a 15.

0,86%

0,86%

Sono soggetti ad aliquota ordinaria (1,06%) gli immobili non produttivi di reddito fondiario, di categoria catastale C1,C3, A10, dati in locazione o comodato o inutilizzati

1,06%

1,06%

Immobili non produttivi di reddito fondiario di categoria catastale D indicati ai comma 1) e 2 dell'art. 43 del testo unico di cui al D.P.R. n. 917 del 1986 limitatamente ai fabbricati posseduti da imprese commerciali con numero di dipendenti inferiore a 15 e ai fabbricati che costituiscono beni strumentali per l'esercizio di arti e professioni utilizzati esclusivamente per l'esercizio dell'arte o professione o dell'impresa commerciale da parte del possessore dell’immobile sempre con un numero di dipendenti inferiore a 15.

0,86%

0,10%

0,76%

Sono soggetti ad aliquota ordinaria (1,06%)gli Immobili di Categoria catastale D non produttivi di reddito fondiario dati in locazione o comodato o inutilizzati . In questo caso oltre alla quota da versare allo Stato pari a 0,76% dovrà essere versata la Comune la quota del 0,30%

1,06%

0,30%

0,76%

Aree edificabili

1,06%

1,06%

Terreni agricoli

1,06%

1,06%

 

DETRAZIONI solo per immobili adibiti ad abitazione principale

 

NOVITA': dal 2014 è stata abolita la maggiore detrazione relativa ai figli con età inferiore ai 26 anni.

Pertanto rimane la seguente detrazione

  1. Abitazione principale Euro 200,00 per gli immobili adibiti ad abitazione principale di categoria catastale A1, A8, A9
  2. Per i titolari di immobili degli Iacp assegnati con patti di futura vendita e degli alloggi assegnati dalle cooperative a proprietà indivisa, sempre e comunque adibiti ad abitazione principale, l’assimilazione spetta ai soli fini della detrazione mentre l’aliquota da applicare è quella prevista per tali fattispecie (per l’anno 2014: 0,4%).
  3. La detrazione per l'abitazione principale nel caso di unità immobiliari di categoria Catastale A1 A8 A9 e per le relative pertinenze si applica per intero al coniuge, legalmente separati, divorziato o con scioglimento del matrimonio,che risulta assegnatario dell’abitazione principale.

 

L'aliquota ordinaria viene applicata per calcolare l'imposta su tutti gli immobili (fabbricati, terreni agricoli ed aree edificabili) che non rientrano nelle casistiche precedentemente elencate.

---------------------------
Pagine informative IMU

           << precedente
           >> successiva
> home IMU