Iscrizione alla Scuola Materna

In questo Forum, i messaggi dal 2004 al febbraio 2006. Il forum e' aperto in sola lettura. Per nuove discussioni utilizzare il FORUM - LINEA DIRETTA COL SINDACO

Moderatori: redazione, intervento_sindaco

Messaggioda tizibasi » mer gen 25, 2006 1:56 am

Egregio Sig. Sindaco, in questi giorni (domani per l'esattezza) scadranno i termini per l'iscrizione alle scuole materne. Come da vigenti normative ministeriali, "per l'anno scolastico 2006-2007 i genitori delle bambine e dei bambini che compiranno i tre anni di età entro il 28 febbraio 2007 potranno avvalersi della facoltà di presentare domanda di iscrizione anticipata". Mio figlio, essendo nato il 25/01/04, rientra dunque in questa casistica. Essendo nato a Pontedera, e residente a La Borra, dove vivono anche i nonni materni, e dal momento che entrambi i genitori lavorano, desidereremmo iscriverlo alla Scuola Materna de La Borra, che dista da casa nostra poche centinaia di metri. Purtroppo, ieri, siamo venuti a scoprire che il bambino non potrà essere iscritto a La Borra, perche' nel frattempo bambini residenti in un comune adiacente lo hanno superato in graduatoria. Gradiremmo sapere la sua opinione in merito, dal momento che la circolare ministeriale dice chiaramente che l'esaurimento delle liste di attesa deve essera fatta "a livello di singola istituzione scolastica o a livello comunale", e che anche il regolamento Comunale non sembra dare la precedenza a bambini di altri comuni rispetto a quelli residenti nel Comune, o, meglio ancora, nello stradario della Scuola.
tizibasi
 
Messaggi: 3
Iscritto il: ven feb 24, 2006 4:55 pm

Messaggioda sindaco » sab gen 28, 2006 4:56 pm

Effettivamente la materia è controversa. I regolamenti d'istituto riconoscono una precedenza ai bambini residenti nel Comune di Pontedera e in particolare prevedono una priorità per l'istituto di riferimento. In questo caso però la regola ordinaria non è stata applicata perche' in presenza di un'iscrizione anticipata ancorche' prevista dalla legge. Si è ritenuta prevalente la questione dell'età sulla residenza. Debbo dirle che anch'io sono poco convinto di quest'impostazione ed ho chiesto ai responsabili dell'ufficio scuola del Comune di approfondire questo aspetto. cordiali saluti, Paolo Marconcini
sindaco
 
Messaggi: 675
Iscritto il: ven feb 24, 2006 4:55 pm

Messaggioda tizibasi » sab feb 04, 2006 2:06 am

Egregio Sig. Sindaco, trascorsi alcuni giorni, vorrei sapere se ha avuto modo di approfondire questo argomento e, se sì, con quali conclusioni. Cordiali Saluti
tizibasi
 
Messaggi: 3
Iscritto il: ven feb 24, 2006 4:55 pm

Messaggioda sindaco » mer feb 08, 2006 11:06 pm

Ho parlato con i dirigenti scolastici e con il preside dell'istituto. La normativa prevede la possibilità di anticipare queste iscrizioni laddove siano programmati particolari servizi che riguardano tanto la struttura che il personale educativo e che quindi garantiscano l'effettiva integrazione dei bambini che scelgono l'iscrizione anticipata con gli altri. Nei nostri istituti queste condizioni non si realizzano per mancanza di risorse. Questa vicenda dimostra come spesso si pensi di introdurre elementi di novità e di riforma in settori quali quelle educativo, senza disporre nuove risorse a favore delle strutture. Forse insieme alla circolare il ministero avrebbe fatto bene ad individuare anche le risorse necessarie per l'attuazione di questa disposizione. àˆ pur vero che comunque rimane il servizio di asilo nido che è offerto alle famiglie di Pontedera. Cordialmente, paolo marconcini
sindaco
 
Messaggi: 675
Iscritto il: ven feb 24, 2006 4:55 pm

Messaggioda tizibasi » dom feb 12, 2006 6:52 pm

Egregio Sig. Sindaco, La ringrazio vivamente per l'interessamento, e condivido pienamente quanto afferma sui sistemi legislativi. Ciò nonostante, mi lasci esporre le mie perplessità in merito a quanto Le è stato risposto dal preside dell'Istituto, e cioè che "nei nostri istituti queste condizioni non si realizzano per mancanza di risorse". Le ricordo infatti che la domanda di iscrizione di mio figlio (nato il 25/01/04) alla scuola materna era stata accettata, e che inizialmente era stato messo in lista insieme ai bambini del 2003. Le stesse maestre de La Borra, durante la riunione interpretando i criteri di ammissione in loro possesso, mi dissero che mio figlio aveva la precedenza sui bambini di Ponsacco. Poi, allo scadere delle iscrizioni, mi è stato comunicato che purtroppo mio figlio non rientrava nel numero dei bambini presi alla Scuola Materna di La Borra, essendo il 18° dei 17 che potevano essere iscritti. Dato che fino a due giorni prima della chiusura delle iscrizioni i bambini iscritti residenti nello stradario erano 16, compreso mio figlio, e che quindi ci sarebbe rientrato, ho chiesto spiegazioni al Preside dell'Istituto. Mi è stato risposto che l'ultimo giorno erano state accolte le domande di due bambini residenti nel comune di Ponsacco, di età superiore a quella di mio figlio. Di fronte al mio disappunto mi è stato proposto di iscrivere il bambino alla Scuola Materna di La Rotta, dove sarebbe stato preso sicuramente perchè c'erano dei posti disponibili. Ciò dimostra che il problema non riguarda "problematiche di strutture e servizi" come invece Le è stato risposto. Quindi io mi chiedo per quale motivo mio figlio, che risiede a La Borra, debba essere portato a La Rotta, mentre chi risiede a Ponsacco debba venire a La Borra, quando ci sono dei posti disponibili a La Rotta. Visto poi che sulla domanda d'iscrizione alla scuola viene chiesto a quanti minuti si dista dall'asilo, mi auguro che non si tratti di una domanda fatta a caso, ma che sia determinante per motivi di punteggio. Se il motivo dell'iscrizione di quei due bambini fosse la mancanza di posti nel Comune di Ponsacco, le scuole di Pontedera li dovrebbero accogliere là dove vi siano posti disponibili; se invece fosse per motivi di praticità , come suppongo io, credo la soluzione sia ingiusta, dato che quei bambini avrebbero il loro posto assicurato in una scuola di Ponsacco. Quindi chiudo il mio lungo poema e lascio a Voi la riflessione, augurandomi che il Suo intervento possa aiutarci a fare chiarezza. Cordiali Saluti
tizibasi
 
Messaggi: 3
Iscritto il: ven feb 24, 2006 4:55 pm

Scuola Materna

Messaggioda Aricado » dom mag 21, 2006 11:36 am

Egregio Sig. Sindaco, purtroppo l'interruzione del Forum ha forzatamente interrotto anche questa discussione. Tuttavia saremmo molto interessati a sapere la sua opinione su questo argomento, che Le era stata sollecitata il 12 Febbraio scorso. Cordiali Saluti
Aricado
 
Messaggi: 15
Iscritto il: lun mag 15, 2006 3:40 pm

Messaggioda sindaco » mer mag 24, 2006 11:31 am

Condivido le perplessità espresse dalla signora Tiziana ma ripeto che questa situazione è figlia delle disposizioni ministeriali. è la legge che riconosce la priorità ai bambini di età rispetto a quelli del territorio di pertinenza. Ciò significa che i bambini che compiono 3 anni entro il 28/02/2007 possono essere accolti nell’istituto solo dopo che sono state soddisfatte TUTTE le domande, fatte per quell’istituto, per i nati nel 2006, siano essi di Pontedera o di un’altra città. è chiaro che la possibilità di entrare nella scuola si apre soltanto se ci sono meno domande dei posti disponibili. Per la Borra evidentemente non è stato così mentre sono rimasti dei posti disponibili alla Rotta. Che dire? Forse il Ministro Moratti, che ha predisposto questa riforma, avrebbe dovuto interrogarsi sugli effetti prodotti da questi anticipi in termini di spazi, di personale docente assegnato ecc… in caso contrario si prevede una opportunità in più sulla carta che poi non ha riscontro in termini concreti. Così non è stato e mi auguro che il futuro governo saprà trattare con maggior competenza questi temi.

Cordialmente,
Paolo Marconcini
sindaco
 
Messaggi: 675
Iscritto il: ven feb 24, 2006 4:55 pm

Scuola Materna

Messaggioda Aricado » gio mag 25, 2006 10:15 pm

Egregio Sig. Sindaco,
mi scusi se insisto, ma il punto è proprio questo: nella circolare ministeriale 93 del 23/12/2005, relativa alle "iscrizioni alle scuole dell'infanzia 2006-2007", non ho trovato niente che giustifichi la precedenza ai residenti di Comuni diversi. Anzi, la suddetta circolare specifica che "i genitori dei bambini che compiranno i tre anni di età entro il 28/02/2007 potranno avvalersi della facoltà di presentare domanda di iscrizione anticipata alle condizioni.... che si ripropongono all'attenzione delle SS.LL.: 1) esaurimento delle liste di attesa (costituite a livello di singola istituzione scolastica o a livello comunale secondo l'organizzazione localmente adottata) dei bambini in possesso dei requisiti di accesso previsti dalla previgente normativa......"
A conferma di ciò, come potrà vedere nei "criteri per la scuola di infanzia", forniti proprio dallo stesso Istituto a cui fa capo la Scuola Materna de La Borra, la graduatoria dovrebbe essere stilata secondo quest'ordine:

1. Bambini diversamente abili
2. Residenti nello stradario
3. Residenti nel Comune
4. Residenti fuori comune

Tutto ciò senza citare l'età.

In conclusione, quindi, ritengo profondamente errato ed antipedagogico inserire un bambino alla prima esperienza scolastica in un asilo (La Rotta) per qualche mese, quando tutti i bambini con cui gioca quotidianamente sono a La Borra, per poi fargli lasciare le nuove amicizie che si creerà a La Rotta e tornare alla scuola accanto a casa sua.
Tutto questo per fare spazio a qualcuno che vive in altri comuni dove ha già un posto assicurato di cui ha usufruito l'anno scorso.
A questo punto, vista la scarsa collaborazione avuta dalla scuola, approfitterei della sua disponiblità per trovare una soluzione logica, ed evitare di fare ricorso al Giudice di Pace.
Le ricordo che nel corso della riunione di pre-iscrizione alla Scuola, le Maestre della stessa interpretarono i criteri nella stessa maniera in cui li sto esponendo, confermando, di fronte a tutti gli altri genitori, il diritto di mio figlio ad avere il posto prima dei bambini non residenti nel nostro Comune.
Grazie mille
Aricado
 
Messaggi: 15
Iscritto il: lun mag 15, 2006 3:40 pm

iscrizione scuola materna

Messaggioda Aricado » sab giu 24, 2006 10:03 pm

Egregio Sig. Sindaco,
Come da precedente messaggio, e nello spirito che contraddistingue questo Forum, destinato ad un franco ed aperto confronto tra le istituzioni e la cittadinanza, sia nel bene che nel male, Le ricordo che rimango ancora nell'attesa di una sua gradita risposta, che spero possa pervenire quanto prima.
Cordiali saluti
Aricado
 
Messaggi: 15
Iscritto il: lun mag 15, 2006 3:40 pm

Iscrizione scuola materna

Messaggioda Aricado » dom lug 02, 2006 7:08 pm

Egregio Signor Sindaco, sono passati ormai sei mesi da quando per la prima volta abbiamo chiesto il suo parere su questo argomento. In particolare, è dal 25 Maggio che attendiamo un suo gradito commento al nostro ultimo quesito (a chi dobbiamo rivolgerci per avere delucidazioni definitive, alla luce degli articoli della legge Moratti e del regolamento scolastico che abbiamo enunciato?). Tra l'altro segnalo che un mio precedente sollecito della settimana scorsa, assolutamnete garbato, non è stato pubblicato, non capisco perché: lo scopo di questo forum è il dibattito tra cittatdino ed istituzioni. Se pensate che questo argomento non sia di pubblica utilità, vi prego di informarmi e magari di fissare un appuntamento privato per risolvere il problema quanto prima.
Grazie mille per la cortese sollecitudine.
Aricado
 
Messaggi: 15
Iscritto il: lun mag 15, 2006 3:40 pm

iscrizione scuola materna

Messaggioda Aricado » mer lug 19, 2006 11:13 pm

Egregio Sig. Sindaco,
Visto il perdurare del suo silenzio su questo argomento, che risulta tra l’altro essere uno dei più letti sul Forum, ho deciso di prendere un appuntamento con il Preside dell’Istituto a cui fa capo la scuola materna in questione. Quest’ultimo mi ha illustrato la situazione, spiegandomi che il problema non è da attribuirsi alla scuola, ma all’Amministrazione Comunale, ed all’assessore alla pubblica Istruzione, Dott.ssa Pampaloni. Tra l’altro da quest’ultima attendo da oltre tre settimane una telefonata per fissare un appuntamento, dato che quando sono andata a trovarla non era disponibile, e mi è stato chiesto il mio numero di telefono per contattarmi successivamente. Secondo il Preside, infatti, l’amministrazione pubblica non si è attivata per fornire i servizi suppletivi (mensa, scuolabus etc) necessari per applicare la riforma Moratti alle scuole di Pontedera, che peraltro avrebbero le potenzialità e le strutture sufficienti ad accogliere i bambini con età inferiore ai tre anni. Se questo è vero, mi chiedo per quale motivo questa vicenda sia stata protratta fino ad oggi, senza una risposta esaustiva, definitiva e nel giro di pochi giorni come avreste potuto darci assumendovi in pieno le vostre responsabilità.
A ciò voglio aggiungere che, se veramente fosse come ha detto il preside, ovvero che nelle scuole vi sono tutte le condizioni per accogliere i bambini secondo la legge Moratti, ma sono mancati i fondi da parte del Comune, mi sembra quantomeno curioso che nel frattempo si spendano soldi per abbellire la città con un muro come quello di Baj, che ci costerà 365.000 € senza alcun ritorno sociale (tra l’altro il cantiere è aperto da ormai un anno). Così, mentre le già esistenti opere del Sig. Baj sul muro del sottopassaggio ferroviario, sono abbandonate all’incuria, lasciando che l’edera le nasconda, ad un bambino viene preclusa la possibilità di frequentare una scuola materna perché l’Amministrazione non assicura i servizi necessari.
Cordiali Saluti
Aricado
 
Messaggi: 15
Iscritto il: lun mag 15, 2006 3:40 pm

Messaggioda Stefania » gio lug 20, 2006 12:48 pm

Volevo solo farle notare che forse il sindaco non le risponde perchè sta scrivendo nella sezione "Archivio" mentre adesso è il uso "Linea diretta con il Sindaco".
Saluti
Stefania
Stefania
 
Messaggi: 2
Iscritto il: mar mag 09, 2006 10:45 am


Torna a ARCHIVIO Linea diretta col sindaco 2004 - 2006

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron