Urbanistica: prorogata al 30 novembre la possibilità di presentare proposte per il nuovo piano operativo comunale (POC) (ex Regolamento Urbanistico R.U.)

Bandi Avvisi Manifestazioni interesse, Comunicati Stampa, News, Urbanistica    22/10/2019

Avviso ai cittadini. Prorogata fino al 30 novembre la possibilità di presentare proposte per il nuovo POC (ex Regolamento Urbanistico). Incontro con i professionisti del territorio Giovedì 7 novembre 2019 alle ore 15:00

Con Determina del 1 Settore n. 75 del 21-10-2019 è stata prorogato al giorno 30/11/2019 il termine di presentazione delle manifestazioni di interesse per la trasformazione degli assetti insediativi, infrastrutturali, edilizi e paesaggistici del territorio comunale, di cui all’avviso pubblico pubblicato in data 23/07/2019 in esecuzione della propria precedente determinazione n. 57/2019

Allo scopo l’amministrazione comunale ha organizzato per Giovedì 7 novembre 2019 alle ore 15:00 presso la saletta Carpi di Via Valtriani un incontro pubblico seppur indirizzato in particolare ai professionisti locali per dare informazioni ed informare circa la presentazione delle proposte. Nell’occasione sarà presente il sindaco Matteo Franconi e l’Ufficio Tecnico Comunale.


L’avviso pubblico.

Avviso pubblico ai sensi dell’art. 95 comma 8 della L.R. n. 65/2014 e dell’art. 13 del D.P.G.R. 32/R/2017

Il Comune di Pontedera è dotato di Piano Strutturale e Regolamento Urbanistico, redatti rispettivamente ai sensi della L.R. n. 5/1995 e L.R. n. 1/2005.
Tenuto conto degli orizzonti quinquennali del Regolamento Urbanistico vigente approvato nel rispetto delle disposizioni di cui alla L.R. n. 1/2005, l’Amministrazione Comunale, pubblica il seguente avviso per la redazione del 1° Piano Operativo Comunale (POC) ai fini dell’attuazione degli obiettivi e degli indirizzi strategici del Piano Strutturale Intercomunale in fase di redazione ai sensi degli artt. 4, 23 e 94 della L.R. n. 65/2014.
I soggetti pubblici e privati anche attraverso un promotore terzo sono invitati a presentare proposte che saranno oggetto di valutazione da parte dell’Amministrazione Comunale nella definizione dei propri strumento  urbanistici generali. Tale presentazione riveste carattere propositivo e quindi non vincolante per l’Amministrazione Comunale.
Le proposte dovranno essere riferite al quinquennio di efficacia del Piano Operativo Comunale, ai sensi della L.R. n. 65/2014 art. 95 comma 8, 9, 10, 11 e 12, quindi indicativamente per il quinquennio 2020-2025.
L’Amministrazione Comunale assumerà le proposte pervenute quali contributi alla redazione del quadro previsionale strategico per i cinque anni successivi all’approvazione del POC, nel rispetto del dimensionamento del Piano Strutturale Intercomunale ed in coerenza con gli obiettivi e gli indirizzi strategici dello stesso, e fermo restando i criteri di sostenibilità, equità, trasparenza e interesse generale che presiedono le scelte di pianificazione urbanistica.

L’ammissibilità delle proposte è subordinata alla verifica delle seguenti condizioni:

  1. Rispetto dei vincoli sovraordinati e delle disposizioni di legge e/o derivanti da strumenti della pianificazione sovracomunale (PIT con valenza di piano paesaggistico e PTC della Provincia di Pisa);
  2. Coerenza con la strumentazione urbanistica generale e di settore, con il Piano Strutturale vigente e con il Piano Strutturale Intercomunale in fase di redazione, con particolare riferimento al dimensionamento, alle invarianti strutturali e allo Statuto del Territorio ed agli aspetti idraulici e geologici;
  3. Le eventuali nuove proposte relative ad interventi di trasformazione di suolo non edificato siano all’interno del perimetro del territorio urbanizzato o ricomprese nelle aree sottoposte alla Conferenza
    di Copianificazione di cui all’art. 25 della L.R. n. 65/2014.

Le proposte saranno valutate tenendo di conto dei seguenti criteri generali, sia in fase di definizione delle scelte pubbliche che nella selezione/valutazione delle proposte presentate da soggetti interessati:

  1. Interventi relativi al recupero, alla riqualificazione e alla rigenerazione del patrimonio edilizio esistente, alla valorizzazione e tutela delle componenti urbane e/o rurali portatrici di identità collettiva, alla riqualificazione dello spazio pubblico e dei luoghi di centralità, alla qualificazione delle strutture ricettive, alla realizzazione di funzioni con potenzialità attrattive ad alto valore aggiunto nonché alla riqualificazione di aree degradate dal punto di vista urbanistico, fisico, igenico, socioeconomico e geofisico.
  2. Caratteristiche qualitative delle proposte di intervento in riferimento agli obiettivi di riqualificazione del contesto paesaggistico e urbano, nonché alle disposizioni per la qualità degli insediamenti (rif. DPGR 2/R/2007) e per le politiche per la casa di cui agli artt. 62 e 63 LR n. 65/2014.
  3. Ricadute positive sul tessuto sociale ed economico, in termini di occupazione, servizi, nonché riqualificazione aree degradate.
  4. Interventi commisurati alla effettiva fattibilità (ambientale, urbanistica, economica e sociale) rispetto al periodo di efficacia quinquennale delle previsioni, anche attraverso la valutazione preliminare dell’estensione e della complessità degli interventi nonché dei requisiti dei proponenti (unitarietà di intenti e disponibilità delle aree interessate).

Le proposte dovranno contenere i seguenti elementi minimi:

  • Generalità del richiedente e titolarità delle aree interessate;
  • Riferimenti catastali e ubicazione cartografica dell’area;
  • Documentazione fotografica dello stato attuale;
  • Descrizione delle finalità e delle caratteristiche dell’intervento proposto (destinazioni d’uso, dimensionamento, cronoprogramma dell’intervento, ecc) evidenziandone la coerenza con i criteri sopra individuati;
  • Quadro economico dell’intervento con indicazione delle risorse di finanziamento

Le proposte potranno essere presentate dagli interessati all’Amministrazione Comunale mediante apposito modello predisposto, in carta libera, entro il 30/11/2019:

  • in modalità cartacea direttamente all’Ufficio Protocollo Generale
  • tramite posta elettronica certificata all’indirizzo pontedera@postacert.toscana.it

Materiale

Torna all'inizio dei contenuti