OPEN PONTEDERA- Fase 2. Ordinanza del sindaco su suolo pubblico, sosta, navette, viabilità e giardini pubblici

Commercio Mercati Turismo, COVID-19, News    13/05/2020

Le misure nel dettaglio. Indice

Con ordinanza n. 85 del 13 maggio 2020 il sindaco di Pontedera ha disposto ed anticipato una prima serie di misure tra quelle contenute nel pacchetto “Open Pontedera

  1. Occupazione temporanea di suolo pubblico comunale
    1. Agevolazioni pagamento canone
  2. Sosta regolamentata a pagamento
  3. Servizio navette gratuite e collegamento frazioni
  4. Viabilità
  5. Parchi e giardini pubblici
  6. Sport individuali

Possibilità di occupazione temporanea di suolo pubblico comunale


A partire da lunedì 18 maggio 2020:

  • a questo collegamento le modalità per presentazione della domanda
  • in via straordinaria, urgente ed eccezionale è consentita ai pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande presenti nell’intero territorio comunale l’installazione su suolo pubblico di strutture mobili della seguente tipologia: ombrelloni tavolini, sedie, fioriere, pannelli e/o altre recinzioni;
  • per ragioni imprevedibili di urgenza e necessità anche legati ad eventi di protezione civile le strutture mobili di cui al punto precedente devono comunque avere caratteristiche tali da poter essere rimosse entro 24 ore dalla richiesta delle autorità competenti;
  • l’occupazione temporanea di suolo pubblico con le strutture mobili a carattere temporaneo installate è esentata dal pagamento della COSAP fino al 06/01/2021 ;
  • la superficie massima occupabile dalle strutture mobili è stabilita entro il limite massimo di 80 mq. purché vi sia il rispetto delle condizioni di sicurezza ed il passaggio dei mezzi di soccorso ed il rispetto delle ordinarie condizioni di buon vicinato
  • l’eventuale occupazione di suolo pubblico per le finalità di cui si tratta deve intendersi senza oneri anche qualora interessassero uno o più stalli di sosta a pagamento;
  • non è consentita l’installazione di ombrelloni riportanti la pubblicità di marchi commerciali che non siano quelli dell’esercizio interessato;
  • risulta preferibile l’installazione di ombrelloni di colore chiaro;
  • viene raccomandata ai pubblici esercizi ubicati nella stessa via, piazza ecc., una preventiva condivisione in merito agli arredi da installare, onde favorire il più possibile una omogeneità dei medesimi arredi;
  • sia per quanto riguarda le strutture mobili già installate ai sensi della “Sperimentazione” in atto dal 2015 (gazebo) che per le strutture mobili di cui alla presente ordinanza (ombrelloni sedie e tavolini) è prescritta al titolare dell’esercizio l’adozione di misure idonee ad impedire la permanenza degli avventori negli spazi autorizzati oltre la chiusura giornaliera (ad es. accatastando le sedie o inibendo fisicamente l’accesso ai gazebo).
  • la struttura mobile può essere installata in posizione frontale l’attività stessa, nelle sue immediate vicinanze, oppure in posizione delocalizzata, anche nei casi dell’eventualità con attraversamento di strada pubblica soggetta a transito veicolare non intenso, e/o soppressione di stalli di parcheggio, sempre che le condizioni di sicurezza per la viabilità lo consentano, subordinatamente al parere della Polizia Locale – Comando Territoriale di Pontedera che valuterà gli effetti dell’occupazione richiesta nei riguardi della sicurezza e della circolazione stradale ai sensi del Codice della Strada e suo Regolamento di Attuazione (D.Lgs. n. 285/1992 e D.P.R. n. 495/1992).
  • l’installazione delle strutture mobili non dovrà interferire con reti tecniche o elementi di servizio, come chiusini, griglie, caditoie, quadri di controllo, illuminazione pubblica, contenitori per la raccolta differenziata;
  • tutte le superfici/strutture dei servizi commerciali, espositivi, di consumazione comunque definite ed a qualunque destinazione adibite purchè destinate al pubblico, devono essere accessibili e rispettare le norme per i soggetti diversamente abili;
  • qualunque struttura e/o manufatto su superficie pubblica ed a maggior ragione qualora destinato alla fruizione da parte del pubblico deve essere realizzata nel rispetto della salvaguardia dell’incolumità pubblica e privata, delle specifiche norme sui materiali, sulle costruzioni, sugli impianti di ogni genere, sull’antinfortunistica, sull’igiene ambientale e per le somministrazioni alimentari, sull’antinquinamento, sul rispetto del Codice della Strada e sue regolamentazioni e/o relative ordinanze locali, inoltre non devono costituire insidia od intralcio di ciascun genere con particolare riguardo al rispetto delle condizioni di passaggio agevole ed in sicurezza dei mezzi di soccorso, sanitari e delle forze dell’ordine;
  • le strutture/manufatti oggetto di installazione dovranno essere corredate da dichiarazione di corretto montaggio, certificazioni/omologazioni dei materiali utilizzati di conformità alle norme CE;
  • qualora venga manifestato l’interesse all’installazione di struttura mobile, da parte di due o più attività contermini o comunque ubicate nelle immediate vicinanze, l’Amministrazione può consentire ai richiedenti medesimi l’occupazione dell’area pubblica, purchè vi sia il rispetto delle condizioni di sicurezza ed il passaggio dei mezzi di soccorso e le installazioni non intralcino vicendevolmente l’attività di ciascun esercizio e vi sia il rispetto delle regole di buon vicinato, promuovendo, da parte dell’ Amministrazione Comunale, tra i soggetti medesimi forme di condivisione/accordo;
  • nel caso di richiesta di installazione della struttura mobile in spazio che insiste frontalmente ad attività di altro genere confinante, deve essere presentata dichiarazione di consenso da parte di quest’ultima
  • le concessioni potranno prevedere nell’arco della giornata, superfici di occupazione diversa, distinta in 2 fasce orarie, prima e dopo le ore 20:00
  • le concessioni devono rispettare le prescrizioni contenute nell’art. 20 del C.d.S.;
  • è vietata l’occupazione della superficie di suolo pubblico frontalmente ingressi di abitazioni private al fine di garantire il libero accesso ai pedoni o ai veicoli nel caso di passi carrabili regolarmente autorizzati
  • è vietata l’occupazione della superficie di suolo pubblico sugli attraversamenti pedonali o in prossimità degli stessi;
  • relativamente alle strutture mobili a servizio dei pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande già installate ai sensi della “Sperimentazione”, in atto dal 2015, sarà dovuto il canone per il periodo dal 01/01/2020 al 09/03/2020; per il restante periodo fino al 31/12/2020, viene riconosciuta l’esenzione del pagamento;
  • relativamente alle strutture mobili a carattere temporaneo che saranno installate a partire da maggio 2020 e fino al 07/01/2021, a servizio dei pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, viene riconosciuta l’esenzione del pagamento.

Agevolazioni previste in tema di pagamento del canone riguardanti:

  • i posteggi al mercato settimanale:
    • per il settore ALIMENTARE e PRODUTTORI DIRETTI (I QUALI PER NORMATIVA AVEVANO LA POSSIBILITÀ DI LAVORARE) sarà dovuto il canone per intero per il periodo dal 01/01/2020 al 09/03/2020; per il restante periodo fino al 31/12/2020, sarà riconosciuto un abbattimento del 25%;
    • per il settore NON ALIMENTARE sarà dovuto il canone per intero per il periodo dal 01/01/2020 al 09/03/2020; per il periodo di chiusura sarà riconosciuta l’esenzione e per il restante periodo dalla riapertura fino al 31/12/2020, sarà riconosciuto un abbattimento del 25%;
  • i posteggi del mercato del sabato pomeriggio (n. 2 posteggi del settore alimentare):
    • sarà dovuto il canone per intero per il periodo dal 01/01/2020 al 09 marzo 2020; per il restante periodo fino al 31/12/2020, sarà riconosciuto un abbattimento del 25%;
  • i posteggi sparsi Viale America, Piazza Trento:
    • sarà dovuto il canone per intero per il periodo dal 01/01/2020 al 09/03/2020; per il restante periodo fino al 31/12/2020, sarà riconosciuto un abbattimento del 25%;
  • i posteggi presso il parcheggio del cimitero del Capoluogo e del cimitero di La Rotta:
    • sarà dovuto il canone per intero per il periodo dal 01/01/2020 al 09 marzo 2020; per il periodo di chiusura sarà riconosciuta l’esenzione e per il restante periodo dalla riapertura fino al 31/12/2020, sarà riconosciuto un abbattimento del 25%;
  • il posteggio in Corso Matteotti per i giorni di domenica e festivi:
    • sarà dovuto il canone per intero per il periodo dal 01/01/2020 al 09 marzo 2020; per il restante periodo fino al 31/12/2020, sarà riconosciuto un abbattimento del 25%;
  • occupazione delle attività di spettacolo viaggiante presenti sul territorio comunale:
    • sarà dovuto il canone per intero per il periodo dal 01/01/2020 al 09/03/2020; per il periodo di chiusura sarà riconosciuta l’esenzione e per il restante periodo dalla riapertura fino al 31/12/2020, sarà riconosciuto un abbattimento del 25%;
  • le occupazioni suolo pubblico temporanee limitatamente ai lavori di manutenzione straordinaria di facciate, con beneficio del “Bonus facciate” previsto dalla Legge di Bilancio 2020:
    • viene riconosciuta l’esenzione del pagamento della Cosap
  • le installazioni di tende solari e pensiline aventi aggetto su suolo pubblico, fioriere, a servizio di attività economiche:
    • viene riconosciuta l’esenzione del pagamento della Cosap

Sosta regolamentata a pagamento


A partire da lunedì 18 maggio 2020 e fino al 6 gennaio 2021:

  • è ripristina il sistema della sosta a pagamento negli spazi appositi (strisce blu) nel territorio comunale;
  • è confermato il sistema della sosta di cortesia in Piazza Martiri della Libertà e Piazza Caduti divisione Acqui Cefalonia e Corfù
  • riduzione del 50% delle tariffe degli stalli blu su tutto il territorio comunale;
  • riduzione del 50% del costo degli abbonamenti dei titolari di partita IVA (commercianti e professionisti);
  • apre il Parcheggio Metro Park ex Ferrovie dello Stato in fregio a Sud di Via Brigate Partigiane;

Quadro tariffario fino al 6.01.2021:

  • Piazza Martiri della Libertà e Piazza Caduti divisione Acqui Cefalonia e Corfù, euro 0,65 orarie (anziché 1,30 euro/ora), importo minimo euro 0,50 per 46 minuti di sosta con importo massimo ticket euro 2,00;
  • Piazzale Carlo Alberto Dalla Chiesa, piazza adiacente stazione bus e Via Sacco e Vanzetti, euro 0,25 orarie (anziché 0,50 euro/ora), importo minimo euro 0,20 per 48 minuti di sosta;
  • Parcheggio Fast Park di Piazza Berlinguer piano superiore munito di cassa automatica e sbarre d’accesso con pagamento a tempo effettivo euro 0,25 orarie (anziché 0,50 euro/ora), importo minimo 0,10 per 24 minuti di sosta. I primi 15 minuti di sosta sono gratuiti;
  • Parcheggio Metro Park ex Ferrovie dello Stato in fregio a Sud di Via Brigate Partigiane, euro 0,25 orarie (anziché 0,50 euro/ora), importo minimo euro 0,20 per 48 minuti di sosta;
  • Piazza della Solidarietà, parcheggio recintato e video-sorvegliato dotato di cassa automatica e sbarre d’accesso con pagamento effettivo euro 0,50 orarie (anziché 1,00 euro/ora), importo minimo euro 0,20 per 24 minuti di sosta. I primi 15 minuti di sosta sono gratuiti;
  • la restante parte della zona a pagamento compresa nel quadrilatero del centro città tariffa oraria euro 0,50 orarie (anziché 1,00 euro/ora), importo minimo euro 0,40 per 48 minuti di sosta (anziché per 30 minuti);
  • Parcheggio di servizio in Viale R. Piaggio presso la Biblioteca G. Gronchi euro 0,50 orarie (anziché 1,00 euro/ora), importo minimo euro 0,40 per 48 minuti di sosta (anziché per 30 minuti).

Agevolazione abbonamenti fino al 31.12.2020:

Gli abbonamenti per titolari di partita IVA sono modificati nel seguente modo:

  • abbonamento per COMMERCIANTI e PROFESSIONISTI esercenti la loro attività nel quadrante sud della città, denominato “C”, euro 14,50 al mese (anziché 29,00 euro/mese);
  • abbonamento per COMMERCIANTI e PROFESSIONISTI (ad eccezione di quelli esercenti la propria attività nella zona “C”), euro 29,00 al mese (anziché 58,00 euro/mese)

Informazioni sugli abbonamenti

  • Gli abbonamenti in corso di validità alla data dell’ordinanza sindacale nr. 64 del 14/03/2020, (con la quale è stato sospeso il pagamento della sosta sugli stalli blu) sono “congelati” per riprendere il loro corso al ripristino delle condizioni previgenti.
  • In ragione di quanto sopra i pagamenti effettuati dall’utente per il rateo di marzo e/o per le mensilità successive, saranno scomputati all’attivazione degli abbonamenti per i mesi successivi al ripristino della sosta a pagamento.
  • Qualora entro tre mesi l’utente non intenda rinnovare alcun titolo, la società Siat provvederà  ad effettuare il rimborso direttamente all’abbonato.
  • In riferimento agli abbonamenti annuali dei residenti già pagati per il 2020, i due mesi di sospensione 2020 saranno scomputati per la tariffa 2021 salvo eventuale rimborso di 2 mensilità nel caso di non rinnovo per l’anno 2021.

Mobilità urbana gratuita


A partire da lunedì 18 maggio:

  • riattivazione dei servizi di navette A e B/C;
  • riattivazione servizio di collegamento con le frazioni del sabato
  • ancora sospesi i servizi di mobilità condivisa, bike- car sharing, in ragione dei particolari accorgimenti di sanificazione ancora da definire;

Viabilità


 

  • istituzione di una zona sperimentale (fino al 06/01/2021) con velocità massima consentita non oltre i 30 km/h nel perimetro del centro città;
  • istituzione di una zona sperimentale (fino al 30/09/2020) pedonale tra via Corta, via Rossini fino ad intersezione con via Montanara nella fascia oraria 21:00 – 01:00

Parchi e giardini pubblici


A partire da lunedì 18 maggio 2020:

  • nel rigoroso rispetto del divieto di assembramento nonché della distanza di sicurezza interpersonale sono accessibili tutte le aree verdi nel territorio comunale di Pontedera senza limiti di orario;
  • è comunque vietato utilizzare i giochi per bambini e le attrezzature sportive presenti nei parchi e nelle aree verdi;
  • in tutte le aree a verde è comunque vietato svolgere attività ludica e ricreativa (es. pic-nic, giochi collettivi con la palla o altri accessori ludico/sportivi)

Sport individuale

  • restano ferme tutte le altre prescrizioni e le misure ivi previste (salvo quanto disposto al successivo capoverso) per lo svolgimento, le attività di equitazione, pesca sportiva dilettantistica, wake-board, canottaggio individuale, tennis singolare sono consentite senza limiti orari ed anche ai cittadini non residenti nel comune di Pontedera ma comunque aventi residenza all’interno della Regione Toscana;
  • dovranno esser altresì adottati i protocolli ufficialmente ed eventualmente stabiliti dalle rispettive federazioni sportive: tutte le misure ivi formalmente previste devono considerarsi sostitutive delle prescrizioni di cui all’ordinanza n. 83 del 30/04/2020 sia in quanto più restrittive che più concessive;
Torna all'inizio dei contenuti